Seminari estivi UÁM-CSIC alla Casa Árabe di Madrid

Dal 10 al 12 luglio scorso, si è tenuto presso la Casa Árabe di Madrid, il seminario di studi Nombrar para comprender. Conceptos y debates para la historia medieval peninsular cui ha partecipato Michele Scarpati, studioso della filosofia araba contemporanea ed ex borsista ISEM. L’incontro fa parte di una serie di corsi estivi organizzati dall’Università Autonoma di Madrid – UÁM e dal Consejo Superior de Investicaciones Cientificas –  CSIC, oltre che dalla stessa Casa Árabe.

Il seminario, indirizzato soprattutto agli storici, era focalizzato sui problemi dei Regni Cristiani della Penisola Iberica, con riferimento certo al mondo islamico e con interventi specifici su terminologia del mondo islamico e cristiano. Gli studiosi intervenuti hanno parlato della Spagna, e più in generale della Penisola Iberica, tra Cristianesimo e Islam cercando, tra termini e concetti, di operare una sorta di analisi comparata tra quanto accadeva nei regni cristiani e nei regni musulmani: come sono cambiati, nozioni, termini ecc.

A conclusione del seminario, pur interessante, va rilevata la mancanza di interventi specifici sul Mediterraneo arabo-islamico: nella sessione dedicata alla Jihad, infatti, non è stata affrontata  neanche la questione della Jihad marittima, relativa, per esempio al califfato di Denia, ma è stato ripetuto quanto convenzionalmente noto sulla guerra santa.

 

Il prossimo seminario estivo: El Mediterráneo en movimiento: democratización, migraciones y agendas, previsto per il 4, 5 e 6 settembre, ci auguriamo affronti in modo più approfondito ed articolato i rapporti che si svolgono sul Mediterraneo tra tutte le componenti culturali e religiose che vi operano.

 

 

Leave a Reply