Mediterraneo e città. Discipline a confronto

In uscita, in questi giorni, il volume Mediterraneo e città. Discipline a confronto curato da Maria Grazia Rosaria Mele (ISEM) e pubblicato da Franco Angeli nella collana La società moderna e contemporanea.

 

Il volume raccoglie gli atti dell’omonimo Convegno internazionale organizzato a Cagliari dall’Istituto di Storia dell’Europa Mediterranea dal 26 al 28 ottobre 2016. L’iniziativa, che si ricollega al precedente Convegno Internazionale Centri di Potere nel Mediterraneo Occidentale: Dal Medioevo alla fine dell’antico Regime, organizzato sempre dall’ISEM a Cagliari nel 2015, chiude l’attività dell’Istituto CNR nell’Ambito del Progetto “Diagnostica non distruttiva: Analisi dei fattori di rischio del patrimonio culturale e ambientale” finanziato dalla Regione Autonoma della Sardegna (L.R. 7/2007 – Promozione della ricerca scientifica e dell’innovazione tecnologica in Sardegna, Bando 2012) cui l’Istituto ha partecipato con una propria Unità.

 

Il Progetto si proponeva l’utilizzo di tecnologie diagnostiche non distruttive e l’analisi dei fattori di rischio ambientale per la conservazione del patrimonio storico-architettonico individuato attraverso l’integrazione di processi e strumenti tipici dell’ingegneria, della ricerca applicata alle scienze della terra ed attraverso l’utilizzo delle conoscenze e delle metodologie d’indagine storiche, archivistiche e archeologiche. La ricerca e l’analisi storico-documentaria affidata all’ISEM, data la scelta progettuale di Cagliari come città di frontiera ed, in quanto tale, sintesi di diverse politiche urbanistiche ed architettoniche, aveva lo scopo di fornire le conoscenze di carattere storico, archeologico, cartografico e di ingegneria militare utili ad intervenire in modo mirato per la salvaguardia e la valorizzazione dei beni culturali, attraverso la ricerca bibliografico-archivistica e l’analisi tipologica dei monumenti.

 

Già il primo volume pubblicato nell’ambito del Progetto, Centri di Potere nel Mediterraneo Occidentale «dedicava una parte consistente proprio alla città di Cagliari» (M.G.R. Mele). Ora, in Mediterraneo e città. Discipline a confronto, il tema è stato ripreso ed ampliato in questa seconda opera dai diversi autori: da una parte offrendo un ampio ventaglio di riflessioni su alcune delle emergenze architettoniche più significative della città: Palazzo dei Consiglieri, edifici pubblici ed opere difensive, quartieri storici, viali, piazze, demolizioni, crolli e ricostruzioni esaminate però attraverso il confronto tra diverse metodologie e competenze; dall’altra considerando  un orizzonte più ampio di confronto scientifico e metodologico e mettendo dunque in relazione la capitale del regno con altre realtà urbane di ambito mediterraneo.

 

Sul sito dell’editore è disponibile un estratto dal volume Mediterraneo e città. Discipline a contronto

 

Leave a Reply