Pronta l’architettura dei dati per il database unificato ReIReS

KU Leuven / LIBIS ha annunciato la pubblicazione di un rapporto sullo stato dell’architettura per il database unificato del progetto Research Infrastructure on Religious Studies – ReIReS, un importante passo avanti nello sviluppo della banca dati.

Attualmente la crescente quantità di dati rappresenta una nuova sfida per i ricercatori, perché è distribuita in diversi database in più istituzioni. Pertanto ReIReS sta sviluppando un database unificato per gli studi religiosi, che raccoglierà set di dati pertinenti su un’unica piattaforma.

Prima di lavorare sull’architettura del database, KU Leuven e Brepols hanno elaborato una Panoramica dei requisiti e Modelli costruiti sui casi di uso parte dei fruitori (Requirements Overview and Use Case Models), nonché un Modello-dati integrato (Integrated Data Model).

Progettare l’architettura dei dati

Il primo passo nella progettazione dell’architettura dei dati è stato lo sviluppo del back-end. Ciò ha richiesto soluzioni per il deposito, l’archiviazione e il recupero dei dati. I set di dati provenienti da fonti diverse devono essere raccolti ed archiviati in modo uniforme; a tale scopo sono previsti diversi metodi di raccolta dei dati per l’implementazione, ed è stato sviluppato un sistema per convalidare i dati forniti. I dati sono memorizzati in un database a grafo, AgensGraph, che facilita le connessioni e le relazioni tra dati provenienti da fonti diverse.

I dati aggregati memorizzati nel database grafico sono ricercabili insieme a set di dati accessibili tramite API, come l’Index Religiosus, senza che questi set di dati debbano essere importati. L’editore Brepols sta sviluppando questa API per Index Religiosus. Per garantire che i risultati della ricerca, sia che avvenga attraverso il database a grafo che tramite API, siano organizzati in modo omogeneo, è stato implementato un software in grado di unire i risultati della query in un elenco uniforme. Ciò consentirà di includere in futuro altri database, a condizione che siano accessibili tramite API e associno i dati al modello dati ReIReS. Un server ElasticSearch gestisce le richieste di ricerca nel database a grafo.

Cosa accadrà poi

I prossimi passi della progettazione dell’architettura andranno verso l’aggiornamento di questa prima versione di risultati unificati e l’ulteriore integrazione.

  • Un primo rilascio dell’interfaccia utente è previsto per l’inizio del 2020
  • Nuove funzionalità verranno aggiunte all’interfaccia dopo il test e la valutazione con gli utenti
  • Ulteriore configurazione e perfezionamento dei componenti implementati
  • Nei prossimi mesi e durante l’intero progetto saranno aggiunti altri set di dati

Data Architecture Report

 

Jessica Bonanno

 

Leggi anche: ReIRes: pubblicati i proceedings del workshop di Roma

Leave a Reply