3 maggio: presentazione della STORIA MONDIALE DELL’ITALIA all’Isem-Cnr di Cagliari

Cosa significa Storia mondiale dell’Italia? In che senso si intende “mondiale”? Questo ce lo racconta Andrea Giardina nell’introduzione del volume Storia mondiale dell’Italia edito da Laterza nel 2017. Lo racconta perché l’introduzione non è altro che la prima delle quasi 180 storie, racchiuse in questo libro, che ci parlano dell’Italia, dei cambiamenti, trasformazioni, cesure, crisi e catastrofi attraverso la “mobilità degli uomini e delle cose, nello spazio e nel tempo”.

La copertina del libro

Andrea Giardina ci suggerisce anche come affrontare la Storia mondiale dell’Italia “L’unico modo sconsigliato … è quello di chi, lungo i millenni, ricerchi unicamente le continuità eterne e la fissità dell’indole umana, cose che appartengono più alla mistica della nazione che alle stravaganze della storia”; per gli altri consigli vi lasciamo alla piacevole lettura di questa introduzione e al “tracciato di una storia discontinua, aperta… un sovvertimento dell’itinerario cronologico tradizionale” come scrive nel suo “Invito al viaggio” Patrick Boucheron, curatore dell’Histoire mondiale de la France, a cui si è ispirato Giovanni Carletti, l’editor della Storia mondiale dell’Italia.

 

Un volume corale in cui, dall’Uomo di Similaun investito da una valanga nel giugno del 3123 a.C. ai migranti vittime del naufragio del 17 aprile 2015, l’Italia entra tutta in questo volume, dalle Alpi a Lampedusa, costruendo con le sue molteplici voci quella storia che, senza di esse, ci consegnerebbe soltanto imperatori, condottieri e date.

Corale anche perché raccontato da ben 175 coautori, italiani e stranieri che, come i curatori: Emmanuel Betta, Maria Pia Donato e Amedeo Feniello capitanati da Andrea Giardina, hanno lavorato gratuitamente consapevoli del costo, inaccessibile ai più, che questo libro avrebbe avuto se il loro lavoro fosse stato remunerato.

E qui ci facciamo partigiani ricordando, tra i tanti storici a cui va il ringraziamento per un lavoro così bello e importante, gli autori che lavorano con l’Isem-Cnr: il direttore prof. Marcello Verga, ed i ricercatori Gemma Colesanti e Amedeo Feniello.

Alle ore 17:00 del prossimo 3 maggio, Olivetta Schena e Cecilia Dau Novelli discuteranno del libro insieme ad alcuni autori presso la sede Isem-Cnr in via G.B. Tuveri n. 128.

 

Presentazione del 30 novembre 2017. Da sinistra a destra: Emmanuel Betta, Giovanni Carletti, Andrea Giardina, Amedeo Feniello.

L’indice della Storia mondiale dell’Italia è consultabile qui

qui si può visionare la registrazione della presentazione avvenuta il 30 novembre 2017, presso la Sala Igea dell’Istituto della Enciclopedia Italiana, nel corso del ciclo di seminari Il racconto del libro, progetto di Alternanza scuola-lavoro dell’Isem-Cnr.

 

Leave a Reply