15 aprile 2018: la Prima Giornata della Ricerca Scientifica Italiana nel Mondo

Per la Giornata della Ricerca Scientifica Italiana nel Mondo Istituita dalla Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Valeria Fedeli lo scorso febbraio, è stata scelta la data di nascita di Leonardo da Vinci nel 1452.

“Oggi … credo di poter dire che la consapevolezza di quanto valga e pesi la ricerca italiana sia aumentata e sono convinta che il ruolo affidato agli addetti scientifici rappresenti una delle missioni più delicate e, allo stesso tempo, entusiasmanti con cui un professionista, un diplomatico, un ricercatore, possa confrontarsi”, ha sottolineato la Ministra Fedeli, aggiungendo che “In un’ottica di cooperazione globale, è necessario che il ruolo degli addetti scientifici diventi sempre più rilevante e che si intersechi in maniera armonica e costante con le ragioni di pace che costituiscono il filo conduttore della politica e della diplomazia italiane” (qui il comunicato completo del Miur).

Le celebrazioni si terranno oggi, vista la festività di ieri, ma all’estero sono partite da alcuni giorni le manifestazioni indette dagli organismi italiani nel mondo, dagli Istituti Italiani di Cultura di Tokyo, Barcellona e Varsavia, dal Consolato di Hong Kong, dall’Ambasciata Italiana a Washinghton.

Vogliamo soltanto aggiungere come la scelta del 15 aprile, data di nascita di Leonardo, scienziato ed umanista, per celebrare la Giornata della Ricerca Scientifica Italiana nel Mondo, sottolinei che la ricerca scientifica non è soltanto quella applicata alle scienze dure, come molti ritengono, ma comprenda a pieno diritto tutte le scienze umane.

 

Per approfondimenti:  CNR – Farnesina

 

Leave a Reply